Le News
di Aurora D’Agostino

Notizie, aggiornamenti ed approfondimenti

“L'acqua
è una cosa
seria”

L’importanza della battaglia per la salvaguardia delle risorse idriche del pianeta

Perché la salvaguardia delle risorse idriche è interesse di tutti…

Il 71% della superficie terrestre è costituito da acqua. Nonostante questo l’acqua potabile è un bene raro. E sarà proprio l’accesso alle risorse idriche uno dei nodi geopolitici più importanti del futuro.

La situazione nel mondo

Più del 97% dell’acqua disponibile sulla Terra è salata, quindi non adatta all’uso umano. Appena il 2,5% è costituito da acqua dolce, ma di questa quasi il 70% è costituita dalle calotte polari e dai ghiacciai e il 29% si trova sottoterra e non è recuperabile dall’uomo. A disposizione dell’attività umana non ne resta quindi che l’1%: di questa il 69% è impiegato nell’allevamento e nell’agricoltura, il 19% nell’industria e il 12% è destinato all’uso domestico.

L’acqua dolce, inoltre, non è equamente distribuita: non vi accedono 844 milioni di persone e soltanto il 71% della popolazione dispone di fonti sicure. Inoltre il 41% vive in zone con stress idrico (il rapporto dell’acqua dolce totale prelevata e le risorse totali di acqua dolce rinnovabile supera la soglia del 25%).

Molte falde nel mondo si stanno prosciugando e almeno in 20 aeree la situazione è critica (tra queste il mar Caspio, in notevole sofferenza e che rischia di seguire il destino dell’ex mare d’Aral dove l’acqua è quasi totalmente scomparsa). Australia, California, India settentrionale e orientale, Medio Oriente sono tra le zone che stanno già vivendo le gravi conseguenze dell’uso eccessivo di risorse idriche.

La situazione in Europa e in Italia

Pur non essendo l’Europa un continente arido, la scarsità idrica riguarda l’11% della popolazione e il 17% del territorio (dati Commissione Europea). Una situazione che sta peggiorando con la desertificazione del Meridione, l’intrusione delle acque salate nelle falde delle zone costiere e gli sprechi in ambito agricolo e domestico (20-40% dell’acqua disponibile).

In Europa il maggiore utilizzo di acqua avviene nella produzione di energia (44%), seguita dall’agricoltura (24%), dall’approvvigionamento idrico pubblico (21%) e dall’industria (11%).

L’Italia è il Paese europeo con il maggiore prelievo di acqua (156m³ per abitante) e un consumo nettamente superiore alla media europea (+25%) e mondiale (+66%).

Le previsioni per il futuro

La crisi idrica è destinata a diventare sempre più importante, con l’aumento della popolazione mondiale (+80 milioni di persone l’anno) e una richiesta di acqua pro capite che nel 2050 sarà il doppio di quella attuale (+64 miliardi di metri cubi l’anno).

Secondo UN Water nel 2030 salirà al 47% la popolazione residente in luoghi con stress idrico e tra i 24 milioni e i 700 milioni di persone si sposteranno per avere accesso all’acqua.

Le cause dell’emergenza

Sono diversi i fattori che portano alla continua diminuzione della quantità di acqua dolce a disposizione degli uomini. Vi è l’inquinamento delle falde dovuto all’uso di pesticidi e fertilizzanti e ai rifiuti umani e industriali. Vi è l’agricoltura che usa il 69% delle risorse idriche, sprecandone più della metà. Vi sono l’aumento della popolazione e il cambiamento degli stili di vita che determinano una impronta idrica sempre maggiore.

La salvaguardia delle risorse idriche è un problema di portata mondiale che ha bisogno anche del tuo contributo con un uso oculato di un bene prezioso come l’acqua. Quante volte butti via il fondo della bottiglia perché aperta da troppo tempo? Per avere sempre acqua fresca e dire basta a questa brutta abitudine, comune a moltissime persone, passa all’erogatore d’acqua di Aurora d’Agostino. Per avere tutte le informazioni che desideri chiamaci allo 0967.521388 o scrivici all’indirizzo info@auroradagostino.it. Ti puoi anche avvalere del nostro sito internet per prenotare un appuntamento per una consulenza gratuita, richiedere di essere contattato telefonicamente da un nostro operatore, farti fare un preventivo o chiedere di restare aggiornato sulle nostre offerte.

I dati contenuti nel testo sono presi dal dossier della Caritas Italiana “Nepal – Acqua: bene universale da proteggere” (https://www.caritas.it/materiali/Mondo/asia_oce/nepal/ddt46_nepal2019.pdf), da Focus.it (https://www.focus.it/ambiente/ecologia/falde-e-riserve-di-acqua-della-terra-uno-studio-della-nasa) e da Panorama.it (https://www.panorama.it/news/scienza/acqua-ecco-perche-il-mondo-ha-sete/).

leggi anche...

... le altre news

wind9