Le News
di Aurora D’Agostino

Notizie, aggiornamenti ed approfondimenti

“L'acqua
è una cosa
seria”

Depuratori, addolcitori e ionizzatori d’acqua: come orientarsi in questa offerta?

Qual è la soluzione ideale per te? Scoprilo con noi…

Sempre più italiani bevono l’acqua del rubinetto, in particolare i giovani tra i 18 e i 34 anni dove la percentuale raggiunge il 73% (dati ricerca Open Mind Research 2018 effettuata da Aqua Italia). Una scelta dettata da motivi diversi (economici, ambientali, legati alla salute e alla comodità), che spesso si accompagna a quella di dotarsi di un sistema per il trattamento dell’acqua potabile.

Usa il depuratore per un’acqua più pura

Con l’utilizzo del depuratore puoi rendere più leggera l’acqua che presenta un residuo fisso troppo alto o purificarla da batteri e sostanze in essa contenuti. Attento però a non privare troppo l’acqua dei sali minerali utili per il corpo umano.

Esistono diversi tipi di depuratori: a osmosi inversa (le membrane osmotiche dalla trama sottilissima bloccano le sostanze nocive dell’acqua) e con filtro a carboni attivi (i filtri assorbono le molecole organiche più grosse, responsabili dei cattivi odori e sapori dell’acqua).

Con il depuratore avrai non solo acqua più pura, ma puoi scegliere di avere anche acqua fresca e, con l’aggiunta di anidride carbonica, acqua gassata.

Bevi acqua alcalina con lo ionizzatore

Altro sistema per il trattamento dell’acqua potabile è lo ionizzatore d’acqua alcalina. In questo caso l’acqua non è solo depurata ma anche alcalinizzata. Bere acqua alcalina apporta benefici positivi sul corpo, come il favorire il naturale equilibrio acido-basico del nostro organismo e una più semplice assimilazione dei minerali in essa contenuti.

Lo ionizzatore d’acqua alcalina è un dispositivo che si collega alla rete idrica e combina l’azione purificante, effettuata tramite un sistema filtrante, a quella di ionizzazione, effettuata tramite due camere che dividono i minerali presenti nell’acqua: da una parte finiscono quelli alcalini (calcio, potassio e magnesio), dall’altra quelli acidi (cloro, azoto, zolfo e fosforo).

Addolcitori, addio al calcare

Se nella tua zona l’acqua dell’acquedotto è dura o molto dura puoi valutare la possibilità di mettere un addolcitore di acqua. In questo modo proteggi gli elettrodomestici dall’effetto del calcare, diminuisci il consumo energetico (-18% ogni millimetro di calcare rimosso) e migliori la tua qualità di vita.

L’addolcitore è un elettrodomestico che si posiziona generalmente dopo il contatore e che, grazie a una resina sintetica, scambia ioni di calcio e magnesio con ioni di sodio: in questo modo i sali di durezza si trasformano in sali che non provocano incrostazioni. Sarebbe comunque bene non collegare l’addolcitore all’acqua da bere.

Oltre alla soluzione chimica dell’addolcitore, per combattere il calcare puoi ricorrere all’anticalcare elettrico che con le sue onde elettriche favorisce la formazione di cristalli insolubili che non si attaccano ai tubi.

Noi di Aurora d’Agostino siamo a tua disposizione per aiutarti a fare una scelta che risponda alle tue esigenze. Per avere informazioni sui nostri ionizzatori d’acqua alcalina o erogatori d’acqua chiamaci allo 0967.521388 o scrivici a info@auroradagostino.it. Visita il nostro sito per saperne di più.

I dati contenuti nel testo sono presi da Today.it (http://www.today.it/partner/adnkronos/salute/alimentazione-l_indagine-73-giovani-italiani-beve-acqua-del-rubinetto.html) e da Auroradagostino.it (https://www.auroradagostino.it/prodotti/ionizzatore-acqua-alcalina/).

leggi anche...

... le altre news

wind9