Bottiglie d’acqua e Covid: l’importanza di proteggersi dal contagio

L’esplosione della pandemia legata al Covid-19 ha sollevato nelle persone tanti dubbi su quelle che sino a inizio 2020 erano azioni normali. Tra questi anche quale fosse l’acqua migliore da bere per evitare un possibile contagio. La rete idrica è sicura? E le bottiglie comprate al supermercato? E le casette dell’acqua?

Supermercato e casette dell’acqua: nel rispetto delle regole

Le casette dell’acqua, inizialmente chiuse sono poi state riaperte. Le norme prevedono che esse siano igienizzate giornalmente dalla ditta che le ha in gestione. Su ogni impianto deve poi essere affissa una segnaletica che indichi le norme da seguire per un uso in sicurezza: tra queste il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro, l’uso di mascherine e la disinfezione delle mani con gel a base alcolica prima dell’uso della macchina di distribuzione dell’acqua. Come bottiglie sono da preferire quelle di vetro, che possono essere lavate ad alte temperature.

Anche nel caso del supermercato spesa sì, ma con cautela. Rispettare le regole base di prevenzione del Covid significa anche proteggere i prodotti che compriamo evitando di toccare tutto, magari anche senza aver igienizzato le mani prima. Questo perché, come dichiarato dall’Istituto Superiore della Sanità, il virus può sopravvivere sulle superfici da qualche ora a qualche giorno. Il segreto per una spesa protetta è l’uso di mascherina e mani igienizzate, che abbassano notevolmente il rischio di essere contagiati e di contagiare i prodotti.

Doppia difesa per l’acqua del rubinetto

Nessun pericolo per la sicurezza della rete idrica. Nell’acquedotto i controlli dell’acqua sono stati rafforzati proprio a seguito della pandemia e sono stati previsti dei protocolli specifici anche nel caso in cui il personale risultasse positivo. Si deve essere quindi tranquilli sul fatto che l’acqua che arriva al rubinetto è sempre potabile, quindi non contagiata.

Per chi è particolarmente timoroso, un modo per aumentare la sicurezza dell’acqua di casa è quello di dotarsi di un erogatore d’acqua: le soluzioni depurative adottate sono in grado di trattenere un eventuale SARS-CoV-2 presente nell’acqua. E anche in casa è sempre preferibile scegliere il vetro.

Scopri le soluzioni proposte da Aurora D’Agostino per gli erogatori d’acqua casalinghi. Per informazioni puoi contattare lo 0967.521388 o inviare una mail a info@auroradagostino.it o entrare in contatto con noi con una delle tante possibilità presenti su auroradagostino.it. Altrimenti ci trovi a Satriano (CZ), in via dell’Artigianato 18.

79

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *