Le News
di Aurora D’Agostino

Notizie, aggiornamenti ed approfondimenti

“L'acqua
è una cosa
seria”

Acqua sporca dal rubinetto: quando è davvero pericolosa?

Come capire quando è meglio non bere l’acqua del rubinetto

Chiare, fresche e dolci acque. Ma purtroppo non è sempre così. Quante volte ti è successo che aprendo il rubinetto l’acqua che scorreva era dei colori più vari? E la domanda è sempre la stessa: “la uso o non la uso? Sarà pericolosa?”. Facciamo chiarezza su questa questione.

Quando l’acqua è potabile

Le acque destinate al consumo umano devono essere salubri e pulite. Questo è quanto stabilisce il Decreto Legislativo 31/2001. Un’acqua sporca è quindi automaticamente un’acqua non potabile. Anche l’odore è fondamentale: affinché l’acqua possa essere utilizzata deve essere inodore.

Se il problema si presenta anche nei palazzi vicini, responsabile della situazione è il gestore del servizio idrico, altrimenti questa è determinata dalle condizioni dell’impianto del condominio o dell’unità abitativa. La potabilità del servizio idrico è infatti garantita solo fino al contatore. Questo sarà determinante per il prosieguo, ma sul momento bisogna comprendere qual è la causa di ciò.

Attenzione a colori e odori

Una colorazione marrone rossastro dell’acqua sta a indicare la presenza di depositi di ferro. Se non si è utilizzato il rubinetto per tanto tempo basta far scorrere l’acqua fino a quando non torna limpida, se l’uso è regolare allora responsabili sono le vecchie tubature e se il problema persiste è necessario l’intervento dell’idraulico. Per precauzione però non bere quest’acqua.

Responsabile del colore giallognolo è l’aumento della concentrazione di manganese. Per sapere se la causa è realmente questa e se il suo valore è ancora nell’intervallo di potabilità, e quindi puoi continuare a bere l’acqua, rivolgiti al gestore.

Acqua bianca? Si tratta di un problema di pressione. L’acqua torna limpida facendola decantare.

Se nell’acqua vi sono particelle in sospensione molto probabilmente si tratta di calcare (non nocivo), ma per escludere che sia qualcosa derivante da infiltrazioni nelle tubature pericoloso per la salute è meglio far analizzare l’acqua.

L’acqua lascia residui verdi? Dipende dal rame nelle tubature, che potrebbero dover essere sostituite. Questo fenomeno si verifica dove l’acqua è troppo dolce. Non ci sono comunque pericoli per la salute.

La presenza di residui sabbiosi è di solito innocua.

Se l’acqua odora di uova marce significa che contiene componenti dello zolfo o che è stata contaminata dai batteri. In entrambi i casi è vietato berla.

Il sapore di cloro è cattivo ma innocuo: per berla o utilizzare l’acqua in cucina basta farla riposare. Se non passa significa che ci sono residui di cloruri o cloriti, che sono dovuti a una concentrazione di cloro troppo alta. Essendo le molecole tossiche per l’uomo meglio aspettare e poi far scorrere l’acqua fino a quando non torna insapore.

In ogni caso, se vuoi la certezza di bere sempre acqua salutare, la soluzione è rappresentata da un erogatore d’acqua. Commercializziamo erogatori e ionizzatori d’acqua perfetti per abitazioni, uffici ed esercizi pubblici in generale. Contattaci attraverso il nostro sito oppure chiamaci al numero 0967.521388 o scrivici a info@auroradagostino.it .

I dati contenuti nel testo sono presi da Consumerismo.it (https://www.consumerismo.it/acqua-torbida-dai-rubinetti-cosa-fare-21803.html) e da Acquadelrubinetto.it (https://www.consumerismo.it/acqua-torbida-dai-rubinetti-cosa-fare-21803.html)

leggi anche...

... le altre news

wind9