Le News
di Aurora D’Agostino

Notizie, aggiornamenti ed approfondimenti

“L'acqua
è una cosa
seria”

5 motivi per dire basta all’acqua in bottiglia

Prova a cambiare il tuo stile di vita fin da quando bevi

Quanto si beve in Italia? Trenta milioni di bottiglie di plastica e 7 milioni di vetro al giorno. Un risultato frutto della preferenza del 62% delle famiglie per l’acqua confezionata e dei 208 litri di acqua in bottiglia bevuti in media all’anno da un italiano, che annualmente spende circa 240 euro (dati Utilitalia – Associazione delle imprese idriche, ambientali ed energetiche). Questo nonostante ci siano 5 validi motivi per passare senza pensieri e con tanti vantaggi all’acqua del rubinetto. E tu ci hai mai pensato?

1. Tutela la tua salute

Nonostante la cattiva opinione degli italiani verso l’acqua dell’acquedotto (propria del 30% delle famiglie secondo i dati Istat 2015), questa è più sicura di quella in bottiglia.

La legge prevede infatti limiti più severi per le sostanze indesiderate qui presenti: identici per alluminio, arsenico e nichel, sono dieci volte inferiori per il manganese.

Le caratteristiche dell’acqua del rubinetto inoltre non sono alterate dal lungo stoccaggio delle confezioni e dal rischio di esposizione ai raggi solari o a fonti di calore, che può portare al rilascio di molecole tossiche e cancerogene dai contenitori di PET all’acqua.

2. Una scelta a favore dell’ambiente

Ogni anno per dissetarci utilizziamo 11 miliardi di bottiglie di plastica (pet), pari a 250mila tonnellate. Di queste, la cui vita media è stimata in circa mille anni, appena il 40% viene riciclata, mentre il resto rischia di finire sotto forma di microplastiche nei corsi d’acqua. Il tutto senza considerare poi la plastica utilizzata per confezionare i cestelli da sei.

Ad incrementare l’inquinamento vi è anche il trasporto dell’acqua in bottiglia: l’80% avviene su gomma, con un consumo medio per i camion di 1 litro di gasolio e un’emissione di 2,65 chilogrammi di CO2 ogni 5 chilometri.

3. Occhio al risparmio

Scegliendo di bere l’acqua del rubinetto puoi ridurre fortemente anche la spesa: in Italia questa costa in media 0,0015 centesimi al litro. Considerando 2 litri di acqua consigliati giornalmente, la spesa annua è pari a 1,095 euro.

Questo a fronte delle centinaia di euro spese al supermercato per l’acqua confezionata, per la quale il 99% del costo è costituito dalle spese per la produzione, il trasporto e la commercializzazione.

4. Migliore organizzazione della casa

Bevendo l’acqua del rubinetto non avrai più il problema delle scorte di acqua in bottiglia, che generalmente tendiamo a fare in occasione delle offerte, avendo così più spazio in casa. E sparirà anche la paura di restare senza più acqua.

5. Spesa più leggera

Quante volte sei stato costretto a prendere l’auto per andare al supermercato solo per trasportare le confezioni d’acqua, troppo pesanti per essere trasportate a mano e troppo scomode per l’uso dei mezzi pubblici? Fastidi che dimenticherai con l’acqua del rubinetto.

Se hai ancora timori per la qualità dell’acqua del tuo rubinetto, o se semplicemente preferisci quella gassata, puoi pensare all’installazione in casa tua di un depuratore o di un erogatore d’acqua. Ma non ti affidare a uno qualsiasi, scegli quello di Aurora d’Agostino. Per qualsiasi richiesta chiamaci allo 0967.521388, scrivici all’indirizzo info@auroradagostino.it o contattaci attraverso il nostro sito.

I dati contenuti nel testo sono presi da Greenreport.it (http://www.greenreport.it/news/acqua/litaliano-medio-beve-piu-acqua-in-bottiglia-di-tutti-in-europa/), dall’Ansa (http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/acqua/2019/03/22/tutte-le-fake-news-sullacqua-del-rubinetto_0b85e7d3-4499-4561-b28a-761ebd509e18.html), da 6sicuro.it (https://www.6sicuro.it/salute/acqua-in-bottiglia), da Di Lei (https://dilei.it/speciale/acqua-benefici/acque-minerali-cosa-ce-da-sapere-facciamo-chiarezza/494202/) e da Il Fatto Alimentare (https://ilfattoalimentare.it/acqua-minerale-consumi-record.html).

leggi anche...

... le altre news

wind9